Successi

Masterpiece

Masterpiece

Musica di Pierluigi Giombini - Voce di Gazebo, Anno 1982

> Visualizza Dettagli

A quell'epoca, poco piu' che ventenne, ero ben immerso nei miei studi al conservatorio ma, dopo aver realizzato un magico provino di questo brano sul mio 4 tracce Teac, decisi di rivolgermi a qualche casa discografica cui proporre il progetto: ebbene i discografici a cui lo sottoposi asserivano che un brano così strano e cantato da un artista sconosciuto, non avrebbe avuto possibilita' di successo al cospetto dei grandi nomi inglesi ed americani della scena pop internazionale.
Anzi mi esortavano ad usare la mia creativita' per fare da arrangiatore ai cantautori italiani: ma io rispondevo che piuttosto che fare da schiavo e rendere apprezzabili le filastrocche di quei furbi cantastorie mi sarei suicidato.
Ero abbastanza disperato quando un dj romano mi propose di produrre e registrare "Masterpiece" in un piccolo studio per poi sottoporlo all'attenzione non di una casa discografica ma di un grossista di dischi di Milano!!
Al momento rimasi perplesso ma, visto che mi sembrava l'ultimo appello, accettai.
Registrai l'arrangiamento in due giorni in quello studio fatiscente, con un Teac 16 tracce da un "pollice" e un paio di effetti esterni...
Nonostante cio' riuscii a creare un "sound" tecnologico molto particolare anche perche' mischiando ai sinths l'uso del pianoforte acustico (un verticale un po' scordato di pessima qualita') il tutto fu contaminato da una certo sapore romantico.
Il disco usci' misterioso e sconosciuto con copertina bianca, con su scritto solo il titolo e firmato con gli pseudonimi "Taheri" cioe' io compositore della musica, e "Pomerol" cioe' il futuro "Gazebo" autore del testo.
Incredibilmente senza alcuna promozione il disco-mix, distribuito in alcuni negozi da quel grossista di Milano, pian piano comincio' ad affascinare i DJ's ed il pubblico in discoteca, per poi esplodere definitivamente quando la "Baby Records" ne acquisto' i diritti.
Ecco come iniziai la mia carriera di compositore-produttore e come nacque il fenomeno "Gazebo".
"Masterpiece" fu il primo di una serie di grande successi grazie ai quali posso modestamente affermare di essere stato uno dei principali artefici del fenomeno internazionale "dance made in Italy" degli anni 80'.
Masterpiece

You are a danger

You are a danger

Musica di Pierluigi Giombini - Voce di Gary Low, Anno 1982

> Visualizza Dettagli

Nello stesso mese in cui realizzai "Masterpiece" per "Gazebo" mi proposero di creare un brano per un cantante italo-spagnolo divenuto poi noto col nome "Gary Low" grazie a questa canzone.
Mi piacque molto la sua voce e accettai la proposta: ma non immaginavo che "You Are A Danger" potesse raccogliere tanto successo da superare a livello internazionale quello di "Masterpiece".
Ricordo una cosa divertente: durante la registrazione in studio stavo impazzendo nel capire quale potesse essere il suono giusto per la parte strumentale.
Allora colto da rabbia spensi nervosamente il mio "Oberheim" il quale, non so perchè, emise una specie di fischio.
Ispirato proprio da questo suono fortuito subito creai il suono del fischio che contraddistinse questo brano!!
You are a danger

AM-FM

AM-FM

Musica di Pierluigi Giombini - Voce di Natasha King, Anno 1983

> Visualizza Dettagli

Brano dal ritmo un pò "break-dance", con parti cantante ma anche "rappate" da Natasha Maimone, in questo caso divenuta "Natasha King", una ragazza di origini americane che allora aveva 18 anni.
Motivo di soddisfazione per me fu che la base strumentale di "AM-FM" fu usata da rappers anche di colore per le loro improvvisazioni dal vivo nelle discoteche americane e inglesi.
Nell'arrangiamento di questo brano, oltre che i miei soliti synths analogici e il piano acustico, utilizzai anche la chitarra elettrica suonata dal grande Max Ruocco ed il sax per la frase strumentale.
AM-FM

Dolce Vita

Dolce Vita

Musica di Pierluigi Giombini - Voce di Ryan Paris, Anno 1983

> Visualizza Dettagli

Il titolo di questo brano è proprio quello tratto del celebre film di Federico Fellini.
Fu grazie ad un'inserzione di una rivista musicale dell'epoca che a Roma conobbi Fabio Roscioli.
Lui cercava un tastierista per il suo gruppo ed io un cantante ovviamente: quando ascoltai la sua voce capii immediatamente che era l'artista perfetto per "Dolce Vita": così nacque Ryan Paris.
Il testo fu scritto da Paul Mazzolini, cioè Gazebo, cantante per il quale in quel periodo creai e composi vari successi tra cui "I like Chopin".
Realizzai "Dolce Vita" a Roma, nello studio "Titania", utilizzando il "minimoog", l'Oberheim "OB-8", la batteria elettronica "DMX" e il pianoforte acustico. 
"Dolce Vita" riscosse enorme successo in tutta Europa, piazzandosi addirittura al terzo posto della classifica inglese, cosa quasi mai accaduta ad una produzione pop-dance italiana, tanto che Ryan Paris fu addirittura ospite nel famosissimo programma televisivo "Top of the Pops" della BBC.
E pensare che quando sottoposi la canzone al giudizio dei discografici italiani quasi tutti mi dissero che potevo fare di meglio, che era un brano da poche copie, ma questi signori sbagliarono clamorosamente: 
"Dolce Vita" vendette più di 4.000.000 di dischi.
Dolce Vita

I like Chopin

I like Chopin

Musica di Pierluigi Giombini - Voce di Gazebo, Anno 1983

> Visualizza Dettagli

In effetti il compositore che amo di piu' e che considero il piu' sommo di tutti i tempi e' J.S.Bach....
Ma Chopin, forse il piu' grande creatore di musica per pianoforte, e la sua immagine romantica originarono in me l'idea di usare il pianoforte come strumento conduttore della canzone cantata da "Gazebo" (tra l'altro autore del testo).
Tengo a precisare che non solo la melodia cantata ma anche il tema di pianoforte e' stato da me composto e non copiato da Chopin...
Realizzai questo brano nell'inverno del 1983 nello studio "Titania" a Roma, usando ovviamente il pianoforte acustico, poi un "Oberheim" e il mio amato "minimoog" per i vari suoni, oltre a una "dmx" mista ad una "simmons" per la batteria.
Tutto eseguito da me sulle tastiere senza l'ausilio di alcun sequencer.
Al mixer c'era l'ottimo Giampaolo Bresciani, che fu il tecnico del suono in quasi tutti i miei successi degli anni 80', mentre per i cori mi avvalsi della bravura di Lorenzo Meinardi.
La realizzazione di questo brano fu piuttosto estenuante per me: arrangiamento, suoni, missaggio, tutto da capo per quattro volte prima di trovare la magia giusta, ma alla fine le fatiche furono ripagate dall'enorme successo ottenuto da "I like Chopin", con milioni e milioni di dischi venduti in tutto il mondo.
I like Chopin

Lunatic

Lunatic

Musica di Pierluigi Giombini - Voce di Gazebo, Anno 1984

> Visualizza Dettagli

Visto il successo di "Masterpiece", la "Baby Records" decise di affidarmi la produzione dell'album intitolato appunto "Gazebo".
L'album conteneva "I like Chopin" ed altri brani tra cui spiccano "Lunatic" e "Love in your eyes", brani sempre da me composti ed arrangiati, che anche singolarmente entrarono nella top-ten di molti paesi.
Questo "Lp" vendette più di 2.000.000 di copie in tutto il mondo.
Lunatic

Gotta dance with the music

Gotta dance with the music

Progetto "Echobass", Anno 1995

> Visualizza Dettagli

In questa co-produzione, dove appaio col nick "Belonius", "Echobass" con il brano "gotta dance with the music" ha ottenuto un discreto successo nelle charts riservate alla "dance-music" in Francia, Germania ed Inghilterra.
Gotta dance with the music

Lovin Times

Lovin Times

Il Progetto "WEB", Anno 1999-2002

> Visualizza Dettagli

Alla fine degli anni 90', dopo anni di inattività, nacque in me il desiderio di creare qualcosa nell'ambito della trance-commerciale.
Utilizzai per ogni brano una cantante diversa, a seconda dell'atmosfera e del tipo di melodia.
Specialmente "Lovin' Times" raccolse un discreto successo in vari paesi, come Spagna, Italia, Francia, Canada.
Anche altri brani di questo progetto, tra i quali "Mornings" e "Like An Angel", furono venduti all'interno di importanti compilations di successo in tutta Europa.
Lovin Times

Like an Angel

Like an Angel

Il Progetto "WEB", Anno 1999-2002

> Visualizza Dettagli

Alla fine degli anni 90', dopo anni di inattività, nacque in me il desiderio di creare qualcosa nell'ambito della trance-commerciale.
Utilizzai per ogni brano una cantante diversa, a seconda dell'atmosfera e del tipo di melodia.
Specialmente "Lovin' Times" raccolse un discreto successo in vari paesi, come Spagna, Italia, Francia, Canada.
Anche altri brani di questo progetto, tra i quali "Mornings" e "Like An Angel", furono venduti all'interno di importanti compilations di successo in tutta Europa.
Like an Angel

Mornings

Mornings

Il Progetto "WEB", Anno 1999-2002

> Visualizza Dettagli

Alla fine degli anni 90', dopo anni di inattività, nacque in me il desiderio di creare qualcosa nell'ambito della trance-commerciale.
Utilizzai per ogni brano una cantante diversa, a seconda dell'atmosfera e del tipo di melodia.
Specialmente "Lovin' Times" raccolse un discreto successo in vari paesi, come Spagna, Italia, Francia, Canada.
Anche altri brani di questo progetto, tra i quali "Mornings" e "Like An Angel", furono venduti all'interno di importanti compilations di successo in tutta Europa.
Morning